Andrea Ferrario

I valori, i principi e la missione di Health Hub

Intervista all’ideatore e fondatore Andrea Nitri

“Buongiorno Andrea, congratulazioni per la nuova avventura di Health Hub. Avrebbe piacere di raccontarci come è nata l’idea del nuovo Polo Salute?”

Buongiorno a tutti e grazie per l’opportunità di poter raccontare a tutti la nostra storia. Health Hub nasce da un sogno. Un sogno che negli anni è divenuto sempre più concreto ed è culminato nel 2021 con la fondazione della società omonima con i miei soci Chiara e Manuel. Siamo aperti da poco ma Health Hub è il frutto di competenze, conoscenze ed esperienze decennali nel campo della salute e del benessere.
L’idea comune tra noi 3 soci è stata quella di pensare un centro che potesse divenire un vero e proprio riferimento per le richieste e le esigenze sempre più incombenti della popolazione locale. Dopo mesi e mesi di sacrifici, proiezioni, analisi statistiche, notti insonni e ricerca di prodotti, materiali e sopratutto di collaboratori esperti ma con un grande sentimento di condivisione e di crescita di gruppo, si è finalmente concretizzato quello che era il nostro piccolo grande sogno.

“Come mai il nome Health Hub?”

Ottima domanda.
Dopo tante discussioni in merito, nonostante il nostro grande attaccamento all’italianità, abbiamo optato per un inglesismo. Ci sono molte motivazioni che hanno portato a questa scelta. In primis la volontà di rendere “internazionale” il concetto di salute e dunque, quale miglior scelta se non un termine inglese che rappresentasse in toto il concetto di salute. In secundis la parola “HUB”, divenuta in auge grazie alla campagna vaccinale di massa relativa al contenimento della pandemia da Covid-19: “HUB” indica letteralmente un “centro”, un “punto di riferimento”, il “cuore” di una struttura. Con “HUB” volevamo indicare a tutti la massima intenzione di connotarci come un vero e proprio polo, un centro di riferimento per tutti Voi, giungendo profondamente nei Vostri cuori.
In ultimo, una delle motivazioni principali è stata quella di portare un pò di innovazione e freschezza, per poterci rivolgere anche alle fasce di età più giovani e poter promuovere un vero progetto di prevenzione trasversale comunitaria.

“Quali sono i Vostri valori e principi fondanti?”

Grazie per la bellissima domanda; non è sempre scontato al giorno d’oggi parlare di valori e principi per una nuova attività sul territorio.
La risposta è molto semplice in quanto i nostri principi sono basati sui nostri valori fondanti:

– Professionalità;

– Disponibilità;

– Ascolto;

– Empatia;

– Condivisione;

– Eccellenza

 

 

 

In ultimo, non per importanza, ma perchè desidero spendere due parole in più, i valori di rispetto ed etica deontologica, seguiti dal principio di “comunicazione proattiva”.
Questi ultimi tre valori e principi sono per noi i punti cruciali del nostro sistema. Ogni professionista all’interno di Health Hub dimostra quotidianamente rispetto ed etica e si impegna nella comunicazione interna per apportare miglioramenti sotto ogni profilo. Crediamo molto nella comunicazione e cercheremo sempre di promuoverla in tutti gli ambiti”.

“Cosa sarà Health Hub tra qualche anno?”

Domanda molto “cattiva”! Io sono un sognatore con la testa sulle spalle.
Ho sempre fatto scelte ponderate e ben analizzate e cerco di prefiggermi obiettivi ben prestabiliti. Chi mi conosce bene sa quanto ami l’organizzazione e la programmazione dettagliata. Non sto tergiversando, ora rispondo al suo quesito.
Health Hub tra qualche anno sarà una bella realtà, un centro di riferimento per la popolazione di Lurate Caccivio e dei comuni limitrofi e spero possa essere da esempio per l’identificazione di altre realtà a noi simili, nell’ottica di promuovere un reale cambiamento culturale in ambito sanitario.

“Ha già risposto alla domanda successiva: qual è la vostra mission?”

Esattamente! La nostra mission è la promozione di uno stile di vita quanto più sano per tutti noi e la volontà di promuovere un forte cambiamento culturale e nel paradigma dell’approccio medico-sanitario italiano.

“Quale potrà essere il fattore determinante per questo cambiamento?”

Posso rispondere con una parola sola: TRANSDISCIPLINARIETÀ.

“Mi scusi l’ignoranza: cos’è la Transdisciplinarietà?”

“Transdisciplinarietà è l’evoluzione dei concetti di multidisciplinarietà e interdisciplinarietà.
Essere transdisciplinare non è semplice; è un percorso impervio e caratterizzato da profondo senso di dedizione, umiltà e abnegazione. Essere transdisciplinare vuol dire mettersi a disposizione di colleghi che non svolgono la tua mansione, condividere il proprio sapere e avviare una comunicazione proattiva per ideare un processo terapeutico integrato, per il bene massimo del paziente”:

“Difficile concetto e difficile applicazione. Potrebbe provare a spiegare meglio il concetto?”

Certamente, potrei tenervi con me qualche giorno per sviscerare a pieno il concetto. In sintesi, l’approccio transdisciplinare prevede una grande trasversalità di conoscenze e mira alla propria crescita personale e di team.
Per esempio, i nostri nutrizionisti conoscono molto bene la loro materia, ma risultano carenti nei concetti di terapia manuale o di attività fisica. In Health Hub abbiamo concordato dei momenti di scambio formativo, delle riunioni di valore, che apportino un valore aggiunto alle conoscenze e competenze di ognuno di noi. Il risultato sarà che ogni professionista è ben ferrato sul proprio campo, ma conoscerà anche i campi di applicazione dei colleghi, in modo da poter indirizzare al meglio i propri pazienti.